Come funziona l’orecchio

Interno orecchio

L'orecchio si compone di tre aree:
A - L'orecchio esterno convoglia i suoni nel canale uditivo che condensa le onde sonore. Le onde sonore colpiscono la membrana timpanica e la fanno vibrare.
B - Oltre il timpano si trova l'orecchio medio, una cavità dove la catena ossicolare (formata dal martello, l'incudine e la staffa) amplifica le vibrazioni timpaniche e le trasferisce all'orecchio interno.
C - L'orecchio interno è formato dalla coclea, una struttura a forma di conchiglia contenente liquido, fornita di cellule cigliate. Ogni cellula cigliata risponde a frequenze diverse, e consente di captare una gamma di suoni alti e bassi. Le cellule cigliate, quando sono stimolate, inviano impulsi nervosi al nervo acustico e quindi al cervello.

COS'È L'IPOACUSIA

In linea generale, l'ipoacusia avviene come processo naturale dell'invecchiamento. Proprio come avviene per la vista, che da anziani rende necessario l'uso degli occhiali da lettura, in 9 casi su 10 i problemi d'udito sono conseguenza dell'avanzare dell'età. Tuttavia, esistono anche altri fattori che possono compromettere la nostra capacità di sentire bene, come l'esposizione costante a forti rumori, i traumi, le condizioni genetiche o di tipo ereditario, tanto per citarne alcuni.

SINTOMI E SEGNALI

I segnali più generali che evidenziano disturbi uditivi, possono essere: fischi continui (Acufeni) nell'orecchio, una risposta inesatta, l'aumento volontario del volume della radio o della televisione, parlare variando il livello sonoro del discorso e sentire i discorsi altrui senza capirne le parole.

Presbiacusia (dovuta all'invecchiamento)

IL tipo più comune di ipoacusia si chiama anche presbiacusia, o ipoacusia indotta dall'invecchiamento. Essa è causata dal deterioramento graduale delle cellule ciliate, un processo inevitabile causato dall'avanzare dell'età. Il grado di deterioramento delle cellule ciliate varia da persona a persona. Alcuni di noi avvertono una notevole diminuzione di sensibilità verso i cinquant'anni, mentre altri arrivano fino agli ottanta anni senza neppure accorgersene. I problemi connessi alla presbiacusia possono essere ridotti in modo significativo grazie all'utilizzo degli apparecchi acustici.

Per ogni ulteriore approfondimento visita il sito www.maicoitalia.com

Share by: